SOUNDS LIKE A RUN

Giù la testa: la moto di Ennio Morricone

Giù la testa: la moto di Ennio Morricone

Poche musiche sanno accompagnare l’incedere di una moto come quella scritta da Ennio Morricone per “Giù la testa” di Sergio Leone. E ci piace ricordare il maestro italiano proprio celebrando questo western con un cavallo di ferro.

Chi negli anni 70 era bambino non poteva esimersi dallo scorrazzare in branco per la casa, per il giardino, per le aule, per le piazze, contando “scion scion” e immaginandosi di essere un cow boy del vecchio west al galoppo in groppa ad un veloce e coraggioso mustang. Quella generazione è cresciuta così, ed ha continuato a sognare sulle note di Morricone anche quando ha capito che il titolo della canzone in realtà è “Sean Sean”.

“Sean, Sean” è stata composta dal premio Oscar® Ennio Morricone nel 1971 per il film di Sergio Leone “Giù la testa”. E’ il gioiello di una colonna sonora che ha fatto epoca e che è rimasta nella memoria collettiva superando lo stesso film che forse non è tra i migliori lavori del regista inventore dello “spaghetti western”.

Quello che i bambini non potevano sapere – perchè a loro il film non lo facevano vedere per manifesta (ed inutile, ci sia consentito) volgarità – era che il dinamitardo irlandese dell’IRA John H. “Sean” Mallory non arriva su quattro zoccoli ma su due ruote! Siamo nel 1913 e allora di motociclette ce n’erano ben poche e quelle poche che potevano essere presenti nelle vicinanze di Mesa Verde (un’immaginaria città messicana) potevano essere solo quelle fornite all’esercito americano, le Harley Davidson.

Probabilmente uno dei più trionfali ingressi cinematografici di una motocicletta… 😉

Di una Harley Davidson originale del 1913 quella del film di Sergio Leone ha molti aspetti in comune (come il manubrio, la fanaleria frontale, il parafango anteriore che non avvolge la ruota). Molti dubbi ci sono invece sulla forma del serbatoio (che per l’epoca dovrebbe essere più squadrata) e sul motore che forse compare nei modelli successivi. Come qualcuno suggerisce potrebbe perciò trattarsi di una Harley Davidson Model D 742cc del 1929 col motore V-Twin esteticamente modificata come ad esempio per quanto riguarda la goccia del serbatoio che non si vede altrove.

In ogni caso Leone non sembra andare troppo per il sottile per quanto riguarda la ricerca di una verità storica degli eventi. Nella scena dell’imboscata al ponte Sean Mallory e Miranda utilizzano due mitragliatrici di produzione tedesca, una MG 08 e una MG 42. Quest’ultima non era ancora stata prodotta all’epoca della rivoluzione messicana. Un altro anacronismo è dato dalla bandiera dell’IRA che Mallory custodisce nella sacca della motocicletta. Il film si svolge nel 1913, ma l’IRA si costituì solo nel 1916.

Quello che certamente non sarà scalfito dal tempo è l’assoluto livello della musica di questo film: non a caso per molta critica la colonna sonora di Ennio Morricone è il pregio maggiore di quest’opera.

No Comments

Post A Comment