SOUNDS LIKE A RUN

Il bassanese è terra di motori e grandi viaggiatori

Il bassanese è terra di motori e grandi viaggiatori

Alla Bassano Charity Run 2018 agli ospiti è stato consegnato un regalo speciale che agli appassionati di grande fotografia non è sfuggito: un libro di Cesare Gerolimetto, fotografo di fama internazionale nato proprio a Rosà, che ha ritratto il suo paese natale con tale maestria da sorprendere gli stessi rosatesi.

Ci piace pubblicare questo articolo proprio in questi giorni perchè Cesare Gerolimetto, classe 1939, ha compiuto gli anni proprio il 25 aprile e vogliamo rendergli omaggio rispondendo alle tante mail arrivate al nostro staff per chiedere quale fosse quel “bel libro regalato agli ospiti della Bassano Run”.

Si tratta del libro fotografico “Rosà da Scoprire“, un’edizione importante del 2010 con scatti realizzati da Cesare Gerolimetto che raccontano di “Rosà, il paese delle rose e delle rogge, le vene d’acqua che saziano la sete delle colture. Le appassionate immagini che compongono queste pagine di vita, accompagnate dalle emozioni sapientemente descritte da Giandomenico Cortese, appaiono come eventi estetici, sostanza della vita che imprimono nell’istante e rendono universali, dilatando l’attimo nel tempo. Un viaggio fotografico che tocca le abitudini, la cultura del cibo, i riti, l’animarsi delle contrade, dei borghi, dei vecchi e nuovi quartieri, con obiettivo costante l’incontro con le persone, la grande ricchezza di questo luogo.”

Ma ci piace ricordare qui il fotografo Gerolimetto non solo perchè è rosatese, luogo di adozione della Bassano Run, e non solo perchè è uno degli autori di immagini più illustri del nostro tempo ma anche perchè – e questo forse non tutti lo sanno – Cesare Gerolimetto è uno che di motori se ne intende parecchio. Nel 1976 assieme a Daniele Pellegrini, molla tutto e compie il suo raid più impegnativo, il giro del mondo in camion che durerà due anni e sette mesi per un totale di 184000 km percorsi attraverso i cinque continenti. Questa impresa viene classificata dal Guinness Book of Records 1984 come il primo e più lungo giro del mondo.

Mica male. Il Pigafetta, il camion del tour, è esposto al Museo dell’Automobile Bonfanti Vimar. Andate a vederlo perché solo vedendolo ci si rende ancora più conto di quanto quel viaggio sia stato eccezionale: in un mondo, lungo strade e culture e con mezzi che oggi non esistono quasi più.

Buon compleanno Maestro.


Se desideri acquistare il libro “Rosà da Scoprire” di Cesare Gerolimetto clicca qui

No Comments

Post A Comment