Stile e capelli: l’acconciatura perfetta per chi viaggia in moto

Stile e capelli: l’acconciatura perfetta per chi viaggia in moto

La moto è una questione di stile e anche a motore spento tutto di noi ci racconta. I capelli sono un elemento molto importante della nostra figura e vogliamo che in ogni occasione si presentino al meglio, anche durante un viaggio in moto.

 

Abbiamo incontrato Elisa Sonda del Salone Glamour di Rosà, una hair stylist di livello per l’esperienza maturata e i riconoscimenti ricevuti (anch’essa appassionata di moto e di viaggi in moto) e con lei abbiamo scambiato due chiacchiere molto utili sull’argomento capelli e moto.

La questione riguarda oggi sia ragazzi che ragazze, uomini e donne. Viaggiamo in moto perchè questo è il nostro modo di essere e quando togliamo il casco vogliamo che il nostro aspetto continui a raccontare quello che siamo, per le vie di un borgo, sul lungomare, al ristorante, nella hall di un hotel…

Abbiamo chiesto ad Elisa se può darci qualche consiglio per sentirci a nostro agio con noi stessi e con il nostro stile anche durante un viaggio in moto. Non c’è una lozione dell’ultimo minuto o un intervento estemporaneo che faccia il miracolo: scendere dalla moto ed irradiare un senso di rilassata freschezza richiedere un minimo di attenzione e costanza. E’ necessario preparare il capello prima del viaggio, utilizzare qualche accorgimento durante e rimediare subito dopo a qualche eventuale affaticamento.

Prima del viaggio in moto

Intanto per viaggio in moto non intendiamo solo la “Bassano – Capo Nord” tutta d’un fiato, ma anche la bella stagione di per sè con le frequenti gite fuori porta, i giri in moto in montagna o al mare, i motoraduni.

Un mese prima di partire circa la cosa migliore è fare un trattamento detossinante, ovvero dare ossigeno al cuoio capelluto, luogo dove risiede la radice del capello. Questo trattamento è fondamentale perché igienizza ed elimina le impurità.

In questa occasione cerchiamo di capire di che cosa ha bisogno il capello: di proteine se ha poco volume, di acqua se è secco, di lipidi se è secco e senza volume. Questa fase è importante per preparare le lunghezze al viaggio ed eventualmente realizzare ad hoc dei prodotti (creme) e di predisporre terapie mirate per il capello.

Viene da chiedersi se un taglio possa essere migliore di un altro per viaggiare in moto, sia per lei che per lui. Ma in realtà – ci spiega Elisa – tutte le acconciature vanno bene se sono quelle adatte alla persona. Non esiste un taglio che vada bene per tutti ma ogni taglio è strettamente personale, come un sarto studia l’abito per creare un vestito su misura.

Durante il viaggio

Il viaggio o la stagione dei motogiri rappresenta il periodo di stress per il capello, dato dal sole, dal vento forte, dall’acqua, dalla costrizione sotto al casco. Arrivare a questo momento con un capello forte sano e preparato è il modo migliore per sentirsi bene sempre, non solo in sella.

Elisa ci fa vedere alcuni set da viaggio (try me set) decisamente poco ingombranti e con dentro prodotti realizzati allo scopo di proteggere le lunghezze. Questi prodotti (che non danneggiano le giacche in pelle o l’interno dei caschi) vanno applicati al mattino. Alla sera poi in hotel una bella doccia con uno shampoo legger che toglie le impurità che si sono depositate.

Dopo il viaggio

Al ritorno è bene fare un esame del capello e del cuoio capelluto: eventualmente si procede con un enzima terapia, ovvero un trattamento intenso di anti invecchiamento che ricostruisce tutti gli strati del capello fino alla cuticola.

Dopo questo intervento una visita in salone almeno una volta al mese è quello che ci vuole.

Trattamenti fai da te e il supporto di un esperto

Viene da chiedersi se tutto questo si può fare senza l’aiuto di un esperto ma sappiamo bene che è sempre meglio lasciar fare a chi sa fare. Soprattutto evitiamo per i capelli di acquistare prodotti al supermercato perché al loro interno sono presenti le stesse sostanze che compongono gli shampoo per carrozzerie (cloruro di sodio, solfati, fosfati, parabeni e petrolati).

I prodotti “custom” realizzati da Elisa sono invece naturali di origine strettamente biologica e pensati e realizzati appositamente per la persona che li deve utilizzare. Una bella differenza che si vede!

§

Ovviamente qui abbiamo dato una scorsa in generale: niente di meglio perciò che fare una visita al salone di Elisa e affidarsi alle sue sapienti mani (clicca qui). E se le dite che vi mandiamo noi …c’è anche un omaggio speciale. 😉

No Comments

Post A Comment